Qualcuno con una dissezione ipertensiva di tipo B correlata alla cocaina, spesso l’aorta non è dilatata

Se esamino ogni parente di primo grado, quindi quella persona o il probando, i genitori, i fratelli ei figli, quindi tutti collegati da uno a quella persona con un ecogramma, se è nell’aorta aortica o ascendente o una scansione se è più alta su – il 20% delle volte un altro parente di primo grado avrà anche una malattia da aneurisma dell’aorta toracica.

Perry: Wow!

Braverman: Questo è alto.

Perry: Wow!

Braverman: Questo è esattamente alto e sono entusiasta del tuo interesse perché potresti aver detto, "Non ero conscio di ciò." Questo è ciò di cui stiamo trovando gran parte nella comunità, e questa parte del messaggio è di schermare i parenti di primo grado per la malattia da aneurisma dell’aorta toracica familiare, non sindromica, perché potresti salvare una vita. Molte volte quel tipo di screening iniziale ci farà dire, "Facciamo test genetici su questa famiglia." Molte volte andiamo bene per i geni nei pazienti più giovani con aneurisma inspiegabile e se abbiamo trovato una mutazione o una variante in un gene associato all’aneurisma dell’aorta toracica, allora possiamo testare tutti i parenti di primo grado per vedere chi altro è un portatori dello stesso gene, quindi possiamo immaginarli se sono portatori.

Oppure non possiamo trovare alcun gene, il che è più comune ora, perché non tutti i geni sono stati scoperti. Mettiamo alla prova tutti e chiunque abbia scoperto di avere un’aorta anormale, viene poi seguito per tutta la vita, e quelli che non lo sono li seguiamo ogni tanti anni perché non sappiamo quale sia la penetranza in ogni famiglia. C’è molto interesse e sfida in questo tipo di pazienti, ma può fare la differenza.

Perry: Per la nostra paziente, essendo giovane, di 30 anni, probabilmente scegli di testarla per questi disturbi genetici, testarla per Marfan, testarla per Ehlers-Danlos vascolare e persino Loeys-Dietz o alcuni di questi altri geni descritti che si trovano nell’aneurisma aortico toracico familiare. E poi usa quel gene che si trova in lei, o si spera, è positivo per lei, quindi usa lo stesso gene e poi controlla la sua famiglia per quel gene.

Braverman: Esatto. È esattamente così. Prendendo questa donna, diresti, "Come ti avvicineresti a questa persona quando la vedrai?" Voglio dire, le informazioni sono lì. Aveva una dissezione vertebrale, diagnosi di afta epizootica e dissezione di tipo A. Poi guardandola come cardiologo, direi, "Diamo un’occhiata a te in modo olistico." Vado a guardarti negli occhi. Ti guarderò in bocca. Vado a guardare il tuo scheletro. Vado a guardare la tua pelle. Ti guarderò come un dismorfologo. Se un cardiologo non è addestrato in questo modo, questa persona dovrebbe consultare un genetista medico. Molti di loro dovrebbero, perché non siamo addestrati in questo. È solo una mia fortuna interagire con un numero sufficiente di persone. Ti abitui a vedere le persone in un certo modo, ma un genetista medico può essere fondamentale nella valutazione di questa persona.

Ancora una volta, a guardare, gli occhi sono spalancati? La sclera è bluastra? Guarda in bocca. I denti sono affollati? C’è un palato alto? L’ugola è normale o presenta caratteristiche bifide o ampie che vanno di pari passo con un’anomalia della via di segnalazione TGF-beta nella famiglia della sindrome di Loeys-Dietz. Che aspetto ha la pelle? È morbido e vellutato, traslucido, vene facilmente visibili, facile lividi? Caratteristiche che accompagnano la sindrome di Loeys-Dietz o la sindrome vascolare di Ehlers-Danlos. Si ammaccano facilmente? Ci sono molte emorragie spontanee? Che aspetto hanno? Quanto sono alti? Sono alti per la famiglia? Sono proporzionati in altezza alla lunghezza delle braccia, alla lunghezza e alle dimensioni delle gambe e dei piedi? Sono flessibili o no? Hanno smagliature sulla pelle? Hanno deformità del petto o scoliosi? Cose così. Solo cose semplici che puoi fare molto velocemente semplicemente indossando un abito e guardando qualcuno in modo critico.

Queste sono le caratteristiche dei disturbi sindromici che possono essere insieme a Marfan o Loeys-Dietz o EDS vascolare. Quindi guarda l’immagine che è stata appena eseguita con la TAC. È presente una dissezione, quindi vediamo l’intera aorta. Posso capire che. Tipicamente, in questi disturbi, l’aorta è dilatata prima di essere sezionata. Ora con EDS vascolare, può essere di dimensioni normali prima che venga sezionato. Ma con Loeys-Dietz e Marfan, in genere è ingrandito. Marfan è molto più di Loeys-Dietz e la dimensione è diversa a seconda del gene che è, ma c’è variabilità lì.

Perry: Voglio solo essere chiaro. Nell’immagine, potresti dire che era stato dilatato prima della dissezione?

Braverman: Sì, non puoi misurarlo direttamente. Non puoi anticipare esattamente quale fosse la dimensione precedente perché lo fa, si espande con la dissezione. L’aorta seziona. A causa del falso lume, l’intero diametro aumenta in media forse del 30%, ma puoi vedere se è normale. Qualcuno con una dissezione ipertensiva di tipo B correlata alla cocaina, spesso l’aorta non è dilatata. È solo puro stress. Con i disturbi dell’aneurisma, di solito si espande e poi seziona e alcuni sono più aggressivi di altri, e di questo possiamo parlare.

Ma diverso dal solo guardare la dissezione e le dimensioni dell’aorta, il momento della dissezione, puoi vedere cose come c’è tortuosità arteriosa? Nei vasi ramificati come le arterie cervicali che si staccano, i vasi ramificati, le arterie succlavia, l’aorta lungo il ventre, i vasi ramificati fino alle gambe, sono tortuosi ed ectatici? Si arricciano attorno a curve a 360 gradi e cose del genere? Queste caratteristiche harmoniqhealth.com sono coerenti con disturbi come la sindrome di Loeys-Dietz. La tortuosità arteriosa è una caratteristica distintiva dominante.

Ora puoi vedere la tortuosità nella sindrome di Marfan, ma di solito è meno grave. Quando lo vedi abbastanza drammatico, ti fa pensare a uno di questi altri disturbi. Se vedi ingrandimento o aneurismi o altre cose lontano dalla radice, questo è spesso in un altro disturbo rispetto alla sindrome di Marfan, che è tipica della radice o dell’aorta ascendente prossimale, il seno di Valsalva, mentre Loeys-Dietz può mostrare anche l’allargamento a valle .

Quindi caratteristiche come nello scheletro, c’è ectasia durale e allargamento del canale spinale lombosacrale negli aspetti distali a causa di anomalie del tessuto elastico nella dura che riveste la colonna vertebrale causandone l’espansione nel tempo? L’ectasia durale spesso chiamata cose come cisti lombosacrale o cisti di Tarlov o cisti sacrali e alcune altre caratteristiche di imaging, ossa o arterie possono farti pensare che sia presente una sindrome sottostante di disturbo.

Perry: lo seguo.

Braverman: Alcuni pazienti hanno molte caratteristiche che sono facili da riconoscere che tutti, tu ed io riconosciamo facilmente che questa è la sindrome di Marfan. Hanno un classico esempio. Considerando la sindrome di Loeys-Dietz con un esempio classico, con occhi spalancati e arterie tortuose, caratteristiche cranio-facciali e un’ugola bifida. Ma più spesso, le caratteristiche sono sottili o non riconosciute e non ce ne sono tante quante potresti aver pensato. È sfumato o non è sindromico. Ecco perché è importante guardare ampiamente e sottoporre a screening ampiamente, e poi ciò che di solito facciamo per quanto riguarda i test genetici è che usiamo un’azienda rispettabile, e di solito è un tampone della mucosa buccale o sputano in una tazza e viene inviato al laboratorio, o è un prelievo di sangue, a seconda. Ci vogliono da 6 a 8 settimane per ottenere i risultati e lo facevamo in modo sequenziale. Testiamo il gene Marfan FBN1. Testiamo TGFBR1 e 2, e poi man mano che sono stati aggiunti più geni a questo, ora abbiamo da sette a 15 geni che sono noti per essere associati, a seconda di ciò che credi. Diciamo circa 15 geni, da qualche parte in quel regno. Li testate tutti in un pannello e fate il sequenziamento per vedere se c’è un cambiamento nel gene, e potete eseguire test genetici di duplicazione / cancellazione per vedere se ci sono pezzi mancanti o aggiunti che possono causare un cambiamento dannoso.

Perry: Sembra che forse l’evoluzione sia venuta dalla consapevolezza che ci sono altri tipi di questi disturbi. Forse prima stavi facendo uno screening sequenziale pensando che Marfan fosse la causa più comune. Poi, con il passare del tempo, ora è come se non fosse più la causa più comune, quindi faremo il fucile per questi sette-15 geni che sappiamo essere comuni nella speranza che uno di loro sia positivo.

Braverman: È esattamente vero. Penso che probabilmente sia più automatizzato. Probabilmente è più conveniente per le aziende farlo, proprio come ai vecchi tempi avresti potuto ordinare un livello di potassio, ora ordini un CMP-15 o qualsiasi altra cosa e le ottieni tutte allo stesso costo. Funziona solo attraverso le colonne, quindi puoi farlo in questo modo. Ma ciò che è interessante è che quando qualcuno lo ha, se è particolarmente non sindromico, non sappiamo quale gene sia coinvolto per la maggioranza in questo momento. Ciò non significa che non sia genetico. In altre parole, è spesso genetico …

Perry: Semplicemente non conosciamo il gene.

Braverman: Semplicemente non conosciamo il gene, quindi c’è molto interesse nel raccogliere famiglie come questa e inviare campioni ai ricercatori o fare la ricerca qui. Per quanto riguarda le nuove scoperte e questo tipo di disturbi, le sindromi da aneurisma familiare, 15 anni fa sapevamo di FBN1 e sindrome di Marfan. Nel 2005, abbiamo appreso di TGFBR1 e TGFBR2 che portano alla sindrome classica o di Loeys-Dietz. Nuovi geni vengono scoperti sulla base della conoscenza di questi percorsi di segnalazione. In altre parole, con maggiori informazioni apprese, verranno testati il ​​TGFBR, il recettore TGF e quindi i ligandi.

Perry: E la cascata che segue.

Braverman: E la segnalazione a valle, SMAD2, SMAD3, SMAD4 e quindi cofattori in tutti questi percorsi. Puoi pensare se hai un alfabeto di cose che stanno accadendo dalla A alla Z, sia che si tratti del recettore di una cellula o fino al nucleo e poi dopo la trascrizione, e qualsiasi cosa che potrebbe andare storta con qualsiasi queste cose che aiutano quel processo direttamente o indirettamente o cofattori, possono influenzare quel percorso finale a vari livelli. Alcuni si associano ad altre cose che potremmo riconoscere e altri no.

Questo è ciò che è veramente interessante. E le nuove scoperte influenzano questo percorso.